Ti trovi qui:Home»Covid-19»Covid-19: il punto della situazione

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Se vuoi proseguire accetta i cookie. Per saperne di piu'

Approvo
Domenica, 29 Marzo 2020 18:29

Covid-19: il punto della situazione

(pagina aggiornata al 29 marzo 2020) Dai controlli alle case di riposo cittadine sollecitati nei giorni scorsi dal sindaco Alberto Urpi per accettare eventuali casi di Covid- 19 il resoconto è  riportato qui di seguito.

Casa di Riposo Divina Provvidenza
In attesa dei risultati dei tamponi il sindaco Alberto Urpi con un’ordinanza preventiva aveva fatto chiudere la struttura lunedì 23 marzo 2020 con dentro gli ospiti,  le suore e il personale presenti al momento.
La ASSL ha provveduto immediatamente ad effettuare i tamponi, prima alle persone con sintomi febbrili, poi a quelle che non ne presentavano, infine agli operatori della struttura che al momento della chiusura non erano al lavoro.  Alla Casa di Riposo Madre anziani ospiti (tra cui la signora deceduta martedì), 3 lavoratori (sui 5 in struttura), una suora e una collaboratrice laica.

Degli altri 9 dipendenti della struttura, che lunedì non erano in turno o già  in malattia, 5 sono risultati positivi e risiedono a Sanluri, Segariu e Samatzai.

Per i lavoratori che attualmente sono bloccati in struttura il sindaco Alberto Urpi ha scritto una lettera con carattere di priorità alla proprietà della Casa di riposo e alla ATS: <Gli operatori della Casa di riposo -spiega il sindaco - devono essere sostituiti e deve essere permesso loro lasciare il posto di lavoro, non possono sostenere da soli l’assistenza  agli anziani, hanno bisogno di riposo. Se la proprietà non fosse in grado chiediamo un supporto all’ATS perchè possa mandare, con le dovute protezioni, personale in sostituzione.  Di fatto si tratta a tutti gli effetti di un reparto Covid>. 

Casa di Riposo Zucca Congia
Il sindaco Alberto Urpi aveva chiesto con urgenza una verifica all’ASSL di Sanluri sulle condizioni dei pazienti e del personale, pena la chiusura preventiva della struttura. La risposta dell’ASSL è stata immediate. I controlli sono stati effettuati a tutti gli ospiti e al personale e nessuno presenta sintomi compatibili con il virus. Dice il sindaco: <Finalmente una bella notizia, ringraziamo la ASSL per la tempestività dei controlli e l’impegno messo in campo e  la casa di riposo Zucca Congia che sta seguendo alla lettera le regole. Si è creata un’ottima sinergia e ringrazio le altre istituzioni coinvolte come l’ATS, la prefettura e i carabinieri che ci stanno supportando>.  

Condividi